Salute maschile

24 Ottobre 2017 Alle 15:02


Infertilità maschile e impotenza

Infertilità maschile e impotenza

La prevalenza dell'infertilità nel mondo, secondo l'OMS, è di circa il 15%. Si ritiene che in circa 50% dei casi la causa - sterilità femminile, 30-40% - maschile e 20-30% - una combinazione di fattori maschili e femminili. Pertanto, circa la metà delle coppie con infertilità svolge un ruolo negativo il fattore maschile.

Il concetto moderno di gestione delle coppie con infertilità suggerisce l'ottimizzazione dei processi diagnostici e di trattamento che assicurano l'inizio della gravidanza nel più breve tempo possibile.

In generale, il periodo di trattamento non dovrebbe superare 12 mesi. Se la causa dell'infertilità è un fattore isolato maschile, quindi per 6-8 mesi è possibile utilizzare tutte le capacità terapeutiche e diagnostiche della medicina moderna, inclusi i programmi di tecnologie riproduttive assistite.

Durante questo periodo, con tutte le moderne raccomandazioni per il trattamento dell'infertilità, puoi ottenere un risultato positivo o finalmente determinare l'inutilità di qualsiasi ulteriore trattamento con il livello attuale di sviluppo medico.

Infertilità maschile e impotenza: come sono correlati?

Diagnosi dell'infertilità maschile

Che cosa ci dà la diagnosi? Innanzitutto, individuiamo il fattore di infertilità: maschile, femminile o mista. In secondo luogo, determiniamo quali violazioni si verificano. In terzo luogo, scopriamo che cosa è la prospettiva del trattamento. In quarto luogo, aumentiamo la fiducia del paziente nella terapia e nel medico curante.

Quali sono le caratteristiche della diagnosi di infertilità maschile? Durante la diagnostica è necessario rispettare tutti standard e algoritmi accettati; La diagnosi non deve essere ritardata (2 visite al medico, non più di 2 settimane nei casi più gravi); attrezzature e specialisti devono soddisfare esigenze moderne; È meglio avviare la diagnostica con metodi accessibili e meno invasivi.

Oltre a valutare le lamentele dei pazienti, vengono utilizzati i metodi di laboratorio e diagnostica strumentale, come metodo di laboratorio e diagnostica strumentale: spermogramma, determinazione degli anticorpi antispermatici, esame dello stato funzionale degli spermatozoi, esame per infiammazione nel sistema genitouricale, ecografia e dopplerografia degli organi genitali, determinazione dei livelli di ormoni del sangue. Se è necessario, vengono eseguiti test genetici, viene determinato il livello di inibinazione B e viene effettuata una consulenza genetica medica.

Il ruolo dei fattori avversi dello stile di vita nel trattamento conservativo dell'infertilità maschile. Infertilità maschile e impotenza

Ogni trattamento dovrebbe iniziare con la correzione di fattori avversi di stile di vita (obesità, ipodynamia, fumo, alcool, surriscaldamento, sauna (sauna), telefoni cellulari, Wi-Fi, computer portatili, ecc.).

In uno studio di N. Zampieri et al. è stata considerata l'influenza della correzione di fattori avversi dello stile di vita sulla qualità di un eiaculato nei pazienti con infertilità. È stata valutata la spermogramma di 52 fumatori e alcolici e amatori di caffè con infertilità.

Il 76% degli uomini che hanno smesso di fumare o hanno ridotto il numero delle sigarette hanno escluso il caffè e l'alcool, consumavano ogni giorno frutta e verdura, hanno stabilito una vita sessuale regolare, erà evidenziato un maggior miglioramento di spermatozoi.

È necessario escludere i rischi professionali (contatto con metalli pesanti, pesticidi, polimeri, polveri, radiazioni e radiazioni elettromagnetiche, ecc.).

L'abolizione di farmaci che potenzialmente pregiudicano i valori dello spermiogramma (cimetidina, bloccanti Ca2 +, spironolattone, statine, alcuni antibiotici, antidepressivi triciclici, inibitori della ricaptazione della serotonina, litio, farmaci chemioterapici, inibitori della 5a-reduttasi, α-bloccanti, ecc) per migliorare la fertilità.

Alcuni pazienti con infertilità maschi hanno la disfunzione erettile (ED) e ricevono un trattamento. La terapia a queste condizioni non dovrebbero inibire la spermatogenesi.

Inibitori del PDE5 e spermatogenesi

Spermatogenesi e inibitori della fosfodiesterasi

Dal 1998 per il trattamento di ED si utilizzano efficaciamente gli inibitori di fosfodiesterasi (PDE) del tipo 5, che si incontra più spessi nei corpi cavernosi del pene.

In primo luogo, è necessario descrivere in dettaglio gli aspetti biochimici della funzione erettile e dei suoi disturbi.

Il ruolo di guanosina monofosfato ciclico (cGMP) nella regolazione dell'attività funzionale delle cellule muscolari lisce di vari organi è stato studiato in dettaglio. Un singolo meccanismo d'azione cGMP per tutti gli organi è l'attivazione di cromosomica proteina dipendente da cGMP. Nel tessuto dei corpi cavernosi di ossido di azoto (NO), rilasciata dalle terminazioni nervose o cellule endoteliali vascolari, inizia questa cascata biochimica: NO diffonde nelle cellule muscolari lisce vascolari e si congiunge all'enzima guanilato ciclasi (GC), per cui l'attività dell'enzima è notevolmente aumentata.

Ciò porta ad un aumento della produzione di cGMP, che a sua volta attiva la proteina chinasi, che porta ad una diminuzione della concentrazione intracellulare degli ioni Ca2 +. Il risultato del processo descritto è il rilassamento delle cellule muscolari lisce dei vasi del pene.

La concentrazione di cGMP in tutte le cellule è determinata dal rapporto tra il livello della sua produzione di GC e la velocità del suo decadimento, che si verifica a seguito dell'azione degli enzimi del gruppo PDE. La violazione dell'equilibrio tra questi due processi porta ad una diminuzione della concentrazione intracellulare di cGMP, che nel tessuto dei corpi cavernosi si incontra più spesso nei disturbi nel rilascio di NO dalle cellule endoteliali.

Va sottolineato che, nelle condizioni di inibizione del PDE, anche un lieve aumento dell'attività di HA può portare ad un forte aumento della concentrazione intracellulare di cGMP e, di conseguenza, una diminuzione del tono delle cellule muscolari lisce. Questa circostanza è la ragione per cui l'uso di nitrati è una controindicazione rigorosa per la nomina di inibitori PDE-5 in vista della possibilità di sviluppare una grave ipotensione.

Alcuni farmaci da questo gruppo attualmente sul mercato - sildenafil, tadalafil, vardenafil, udenafil e avanafil sono inibitori competitivi e reversibili dell'idrolisi cGMP dal centro catalitico della molecola PDE-5. Sildenafil e vardenafil hanno nella loro struttura molecolare un anello purinico simile a cGMP. La presenza di elementi aggiuntivi nelle molecole di questi farmaci offre loro maggiore affinità per il PDE-5 in confronto con cGMP e un'elevata selettività per questa particolare forma dell'enzima.

La famiglia PDE negli ultimi anni attrae una notevole attenzione dei ricercatori. L'apparizione di inibitori selettivi di PDE-5 ha stimolato un gran numero di studi che hanno permesso lo studio delle funzioni e la distribuzione nei tessuti di diversi tipi di PDE, nonché la significatività clinica degli effetti farmacologici su questi enzimi.

Le funzioni di diversi tipi di PDE nel sistema cardiovascolare sono studiate in modo più completo. Il primo inibitore selettivo del PDE-5 sildenafil è stato inizialmente studiato come un farmaco antianginale.

L'inibizione dell'enzima PDE-5 blocca l'idrolisi di cGMP, che porta ad un forte aumento della sua concentrazione. Va notato che gli inibitori della PDE-5 non provocano un'erezione, ma solo agevolano il suo sviluppo come conseguenza dell'azione di NO endogena, che viene rilasciata dalle estensioni dei nervi e dalle cellule endoteliali e migliora la sintesi di cGMP dall'enzima GC. Il rilassamento delle cellule muscolari lisce conduce all'espansione delle arterie e dei seni dei corpi cavernosi, che assicura il raggiungimento del livello di pressione arteriosa intracavera necessaria per l'erezione.

Gli inibitori della PDE-5 sono i preparati orali più efficaci e sicuri per il trattamento del ED e sono raccomandati come agenti di prima linea. Il numero di pazienti che assumono questi farmaci continua ad aumentare in parallelo con l'aumento della prevalenza di ED.

Sildenafil e Vardenafil hanno una selettività simile per il PDE-5 e a concentrazioni fisiologiche sono anche in grado di esercitare un debole effetto inibitorio su PDE-1 e -6. È l'effetto sul PDE-6 che spiega la possibilità di sviluppare disturbi del disturbo di colore durante l'assunzione di questi farmaci.

Il tadalafil a concentrazioni fisiologiche può anche inibire PDE-6, inoltre, questo farmaco colpisce anche PDE-11. Quest'ultimo può essere accompagnato da un effetto sul sistema cardiovascolare, ma lo studio di questi effetti del tadalafil è complicato dal fatto che finora le funzioni di PDE-11 non sono completamente chiare.

Vari ricercatori hanno trovato PDE-11 in epitelio germinogeno, dotto deferente, nelle cellule di Leydig e spermatozoi.

Secondo R.W. Baxendale ed altri, PDE-11 è l'isoforma più rappresentata nei testicoli. Contemporaneamente nello spermatozoo umano, PDE-1 e -4 sono chiaramente identificati. In questo caso, secondo J.D. Fisch e S.E. Lewis, l'inibizione di queste isoforme ha migliorato la mobilità degli spermatozoi negli animali sperimentali. Nell'esperimento è stato dimostrato che la soppressione dell'attività PDE-11 riduce la concentrazione degli spermatozoi, il numero di forme attive-mobili e la percentuale di spermatozoi vitali nei topi da laboratorio. Ci sono le prove che PDE-11 è coinvolto nella capitale degli spermatozoi.

Il sildenafil non ha influenzato la mobilità, la vitalità, l'integrità delle membrane spermatiche o la loro capacità di penetrazione tra donatori spermatici o pazienti infertili. L'aggiunta di varie concentrazioni di sildenafil in 85 campioni spermatici in vitro ha dimostrato un aumento della motilità spermatica in tempi diversi dopo l'eiaculazione.

Piccole dosi di sildenafil migliorano la motilità degli spermatozoi e impediscono una reazione acrosomica precoce che provoca fallimenti durante la fecondazione.

Secondo i risultati degli studi di cross-over controllati con placebo a doppio cieco, sildenafil non influisce in modo significativo sugli indici dello spermogramma negli uomini sani.

In alcuni studi controllati, è stato rilevato un aumento statisticamente significativo della percentuale di spermatozoi in rapido movimento dopo il sildenafil.

Il miglioramento della motilità degli spermatozoi contro il sildenafil è associato ad una maggiore stimolazione sessuale e ad un aumento della funzione secretoria della prostata, che a sua volta porta ad un aumento della motilità degli spermatozoi.

Così, gli inibitori PDE5 non influenzano il volume dell'eiaculato, la concentrazione e l'integrità della membrana dello sperma, la capacità dello sperma di penetrare nell'uovo. Il sildenafil aumenta la mobilità e la vitalità degli spermatozoi sia in vivo che in vitro. Tuttavia, questi valori aumentano con dosi basse e diminuiscono ad alte concentrazioni di inibitori PDE-5.

Nuove forme di Sildenafil

Oltre al primo farmaco di sildenafil, sul mercato farmaceutico sono comparsi i generici.

Sulle preferenze del paziente nella scelta dei farmaci influenzano molti fattori, tra cui l'efficacia, la qualità delle erezioni, la resistenza al miglioramento, il tasso di insorgenza e durata del farmaco, la gamma degli effetti collaterali e il costo del trattamento.

Secondo  I dati di I. Eardley et al., l'efficacia è il determinante più importante delle preferenze del paziente. Meno importanza è legata alla portabilità, alla sicurezza, alla possibilità di combinare con altri farmaci, il costo, la velocità dell'azione e la sua durata.

L'efficacia clinica di Viagra Generico è paragonabile a quella dell'originale e non presenta differenze significative. I farmaci sono bioequivalenti. Allo stesso tempo, il costo dei generici è notevolmente inferiore.

Il vantaggio principale dei nuovi generici è la possibilità di dividere la pillola, significa che è possibile selezionare il dosaggio, a seconda della situazione clinica reale, della patologia concomitante e delle modifiche della terapia. Secondo nuovi dati, durante le sperimentazioni cliniche, circa per 15% dei pazienti erà abbastanza  un dosaggio  circa di 75 mg.

L'assenza di tale dose nella linea peggiora notevolmente le proprietà del consumo di Sildenafil. Ciò è particolarmente importante per i pazienti con patologia concomitante, siccome con aumento del dosaggio c'è il rischio di effetti collaterali. Così, la possibilità di fermarsi a 75 mg contribuirà anche a ridurre il rischio di sviluppare effetti indesiderati associati al Sildenafil.

Conclusione

Così per gli uomini con infertilità, è necessario un esame diagnostico. È necessario rispettare gli standard e gli algoritmi adottati; la diagnosi non deve essere ritardata; attrezzature e specialisti devono soddisfare esigenze moderne; è meglio avviare la diagnostica con metodi accessibili e meno invasivi.

A seconda della causa identificata, vengono prescritti vari tipi di terapia contro la sterilità maschile. Va notato che alcuni pazienti soffrono da ED. La terapia a questi condizioni non dovrebbe inibire la spermatogenesi. Il più sicuro e studiato a questo proposito è il Sildenafil. La possibilità di prescrivere una dose individuale del Sildenafil può portare non solo alla ripristino di erezione, ma anche a un miglioramento della fertilità degli uomini.

Ti piace il nostro sito? Lascia il tuo commento

Francesco Roma

Francesco è un nuovo membro della nostra famiglia Europe-Pharm, ma ha tante capacità e molti talenti che gli permettono di scrivere degli articoli particolari e molto utili. Ha un carattere molto delicato, ed ha un atteggiamento molto serio nei confronti del lavoro che svolge, è molto sensibile ed innovativo. Nel tempo libero gli piace passare il tempo su Internet, scoprire le cose nuove e perfezionare le rorie conoscenze.

Seguiteci su